Manipolazioni delle immagini e guerra mediatica

Molti lettori ricorderanno questa foto che ha fatto il giro dei media (agenzia Ria Novosti l’aveva pubblicato). Si notava (in una marcia dell’opposizione al presidente russo Vladimir Putin del 31/08/2010), una ragazza a terra che urlava, dopo essere stato visibilmente scossa e / o picchiata dalla polizia russa.
Tuttavia, un famoso blogger russo di nome Zyalt era sul posto (si possono vedere i suoi capelli ricci nell’angolo in basso a destra della foto sopra). Davvero non si può sospettare Zyalt di essere affiliato al potere russo o alla sua polizia; qui, tuttavia, ha scritto dopo aver assistito alla scena: “К слову о театре. Эта девушка легла на асфальт и, на радость фотокоррам, начала биться в истерике. В принципе, никто ее не трогал. Зато на фотографиях все будут думать, какие милиционеры жестокие, девушку избили “Traduzione: “Qualche parola sul
teatro, questa ragazza è sdraiata sull’asfalto e, per la gioia delle telecamere presenti, cominciò a diventare isterica. Ma assolutamente nessuno l’ha toccata, nessuno l’ha malmenata, ma fa pensare che un poliziotto l’abbia duramente picchiata“.
Sorprendente? Non più di tanto, dopo tutto. Figuratevi, invece, che è capitata quasi la stessa cosa durante l’evento di Domenica scorsa, quando gli incidenti hanno avuto luogo tra le forze di sicurezza e “manifestanti” che indossano passamontagna, visibilmente per scontrarsi con la polizia e creare scontri.
Questa giovane donna la cui foto ha fatto il giro del mondo. Bendata, lei è presa senza delicatezza da un OMON russo. 

Esempio 1: Questa giovane donna la cui foto ha fatto il giro del mondo. Bendata, lei è presa senza delicatezza da un OMON russo.Questa immagine e molte altre sono state accompagnate da recensioni  terribili sugli arresti arbitrari della polizia russa e la repressione contro manifestanti pacifici. Ancora meglio, è utilizzato come vessillo da un’associazione che organizza da Parigi una manifestazione contro le sedicenti inaudite brutalità della polizia che avrebbero accompagnato l’investitura di Vladimir Putin per il suo terzo mandato, contro dimostranti pacifici”.
Domanda: Perché questa ragazza coperta è stato arrestata?Risposta: perché ha attaccato la polizia con pietre fiondate, come potete vedere dalle foto qui. In definitiva piuttosto banale; nel mondo lanciando pietre contro la polizia durante una manifestazione solitamente si viene fermati.
In questo caso, la polizia russa avrebbe colpito una donna incinta al suolo. Queste immagini hanno secondo il Nouvel Observateur scioccato la blogosfera russa. Sulla famosa blogosfera russa il protagonista che accompagna questo odioso arresto era qui. 
Esempio 2: In questo caso, la polizia russa avrebbe colpito una donna incinta al suolo. Queste immagini hanno secondo il Nouvel Observateur scioccato la blogosfera russa. Sulla famosa blogosfera russa il protagonista che accompagna questo odioso arresto era qui.
Domanda: Perché questa donna incinta era al centro di un evento che degenera e per quale motivo un poliziotto russo l’avrebbe preso a calci nella pancia?
Perché non è una donna incinta. Questo è in realtà un manifestante (uomo) che ha partecipato ai disordini del 6 maggio. 
Risposta: Perché non è una donna incinta. Questo è in realtà un manifestante (uomo) che ha partecipato ai disordini del 6 maggio.
Ecco in video i secondi successivi i colpi del poliziotto ed ecco la nostra cosiddetta donna incinta in foto all’inizio della manifestazione e prima del suo arresto. La presentazione ad opera della stampa è sempre emotiva e falsificata, a fini di disinformazione. Curiosamente, questa offensiva illustrata è stata accompagnata da un mini offensiva politica : l’articolo del Nouvel Observateur circa l’evento di Mosca è un modello nel suo genere. In poche parole, ci sono le parole: De Gaulle – Resistenza – Raymond Aubrac – raid – occupazione tedesca – ore buie – indulgenza Putin, e poi alcuni suggerimenti a  Francois Hollande su quella che dovrebbe essere la sua politica estera. Tutte queste manipolazioni di informazioni, video truccati che scompaiono dopo pochi giorni, gli articoli pieni di esagerazioni dei grandi media mainstream sono inutili: ci sono fortunatamente sempre più blogger testimoni oculari sul campo in grado di fornire le immagini e il ripristino di un po’ di verità.
Ma torniamo alla realtà: durante questo evento, ci furono 30 feriti tra le forze di sicurezza. Organi di sicurezza hanno parlato di “provocazioni progettate ed organizzate” sul modello delle tecniche utilizzate dagli anarchici / autonomi durante gli eventi esplosivi che hanno accompagnato i vertici economici degli ultimi anni; ricordiamo di Genova nel 2001 per esempio. Fonte: qui e la. Questi metodi sono noti: sfondamento del  cordone di polizia, poi lancio di esplosivi (bombe incendiarie, le bombe molotov), uso di barriere di sicurezza, e pennoni per attaccare e colpire la polizia, spray di gas o pepe nascosto in lattine di coca cola, birra o kvas e infine lancio di pietre (come la nostra giovane e bella bruna), pietre portate per l’occasione, ovviamente a scopi maligni.

Ad esempio qui l’uso di barriere da parte dei manifestanti o ancora qualche esagitato in procinto di attaccare la polizia. Lo sfondamento dei manifestanti (attraverso la linea di polizia) viene filmato qui. Si può vedere da questo video che gli arresti dei leader Boris Nemtsov e Sergei Oudaltsov, sono avvenuti senza violenza quando sono partiti gli scontri intorno. Infine, questo video di sintesi (quasi 40 minuti) mostra gli attacchi dei manifestanti contro la polizia.Nessun media straniero ha pubblicato una foto di un poliziotto senza casco, senza guanti, senza parastinchi con la testa sanguinava.
Nessun media stranieri ha pubblicato una foto di un poliziotto senza casco, senza guanti, senza parastinchi e la testa sanguinava. 
Nessun media stranieri ha pubblicato una foto di un poliziotto senza casco, senza guanti, senza parastinchi e la testa sanguinava.
In effetti, tra 15 e 20.000 persone hanno marciato, vale a dire, molto meno che nella riunione di febbraio (video di confronto qui). Tra le migliaia di manifestanti, centinaia di attivisti hanno deliberatamente provocato la polizia, cercando l’incidente in presenza di telecamere estere o russe. Nessun media stranieri ha pubblicato una foto di un poliziotto senza casco, senza guanti, senza parastinchi e la testa  sanguinava. Conoscendo lo stipendio di un poliziotto di Mosca e confrontandolo con il reddito di manifestanti con Ipad (i Ipadshikis), si può solo sentire un po’ compassione.
In marzo, ho posto due domande: Michael Prokhorov può unire l’opposizione intorno a lui? Forse che la frangia più radicale e impolitica di così disparata opposizione, non cercherà di creare disordini nelle strade, rifiutando di riconoscere le elezioni presidenziali che nessuno al mondo non contesta già più?Questo è chiaramente quello che è successo, Michael Prokhorov si è espressamente dissociato dagli eventi, essendo i metodi violenti contro la polizia improduttivi, a suo avviso. Mentre le grandi manifestazioni dello scorso inverno erano passati senza problemi, è emerso ora uno zoccolo duro di manifestanti violenti.

Per i lettori che si preoccupano per la sorte dei manifestanti arestati, questo articolo di RFI (dove il video sul presunto stato di gravidanza della donna è già stato rimosso) mostra bene l’atmosfera nei furgoni della polizia. I leader dell’opposizione posano per le foto tranquillamente e continuano a Twittare su internet …Incredibile, non è vero?
Les chefs de l’opposition posent calmement pour les photos et continuent à Twitter sur Internet… Étonnant non ?Les chefs de l’opposition posent calmement pour les photos et continuent à Twitter sur Internet… Étonnant non ?

Leave a Reply

Your email address will not be published.